Antiparassitari: Aprile è il periodo giusto per la prevenzione

Con la primavera le giornate si allungano, il sole è più caldo e noi umani siamo stimolati dal fare più attività all’aperto, magari insieme al nostro peloso che certamente apprezzerà le passeggiate tra i prati in erba e le aiuole in fiore! Attenzione però ai rischi, sempre dietro l’angolo…

Antiparassitari per Cani & Gatti: la prevenzione prima di tutto

La bella stagione e le calde temperature, se da un lato rendono piacevole il tempo trascorso all’aria aperta, dall’altro favoriscono la riproduzione di pulci e zecche, parassiti pericolosissimi per cani e gatti.

Per questo il trattamento per la prevenzione dei parassiti, che di norma dovrebbe dovrebbe avvenire in tutti i periodi dell’anno, in primavera assume una valenza ancora maggiore in quanto i rischi di aggressione verso il nostro amico peloso aumentano esponenzialmente. Pertanto, Marzo ed Aprile sono i momenti giusti per fare prevenzione da pulci, zecche e zanzare con antiparassitari ad ampio spettro.

Pulci, zecche e zanzare: i rischi per Miao & Bau

Vi siete mai cosa succede se il nostro cane o gatto entra in contatto con pulci o zecche? I rischi non sono pochi. Basti pensare che il morso di un parassita è in grado di provocare piaghe e prurito di entità variabile e, nei cani e gatti più sensibili comportare conseguenze assai peggiori e pericolose.

Le Pulci
Insetti appartenenti al genere Ctenocephalydes, le pulci possono colpire diverse parti del corpo del nostro animale, tuttavia le zone più a rischio sono il dorso, l’addome e l’interno delle cosce. L’aggressione delle pulci, può avvenire tutto l’anno, tuttavia, l’infestazione aumenta in tarda primavera e all’inizio dell’autunno, quando le condizioni ambientali favoriscono lo sviluppo delle larve.

Una massiva infestazione da pulci può essere davvero deleterie per il nostro amico a 4 zampe. Si può passare da una dermatite allergica ad uno stato di anemia importante, fino ad arrivare allo sviluppo di parassitosi interne difficili da trattare. Per questo è fondamentale tanto la prevenzione, quanto il controllo periodico dell’animale per appurare o meno la presenza di pulci.

Le Zecche
Anche le zecche, di cui le più diffuse sono le Rhipicephalus Sanguineus, proprio come le pulci sono ematofaghe, ciò significa che durante il pasto questi parassiti rigurgitano all’interno della ferita praticata sulla cute dell’ospite la maggior parte dei liquidi assunti con il pasto: questo è in realtà ciò che determina il proliferare di pericolose malattie.

Tra le zone del corpo più a rischio di aggressione rientrano orecchie, base del muso, collo, polpastrelli e parti più nascoste. Per questo è necessario controllare sempre il nostro amico dopo una passeggiata. Il morso delle zecche se non trattato può infatti causare malattie infettive come Rickettsiosi, Piroplasmos Ehrlichiosi, Hepatozoonosi, ed Emobartonellosi nel gatto.

Le Zanzare
Fastidioso insetto, la zanzara trasmette il Dirofilaria Immitis, un pericoloso parassita responsabile di una delle più gravi patologie canine e feline: la filaria, nota anche come filariosi cardiopolmonare.

In condizioni di temperatura ottimali, la diffusione del ciclo riproduttivo della zanzara e del parassita, facilitano enormemente la diffusione di questa patologia che è spesso asintomatica.

A differenza di pulci e zecche, questi parassiti si vanno a disporre a livello del sistema arterioso e polmonare, raggiungendo talvolta ventricolo ed atrio destro nonché vena cava caudale. Ecco perché la filaria è spesso causa di morte dell’animale.

– I CONSIGLI DI VIZIALO –

Per preservare la salute di cani e gatti, oltre ad usare in forma preventiva degli antiparassitari è bene seguire delle precauzioni semplici ma allo stesso tempo molto efficaci.

  • Nei mesi più a rischio evitare di far dormire il cane o il gatto all’aperto
  • Predisporre la sicurezza della casa con zanzariere a maglia fitta
  • Lavare il cane o il gatto con lozioni repellenti possibilmente naturali
  • Pulire periodicamente cucce e spazi esterni con prodotti anti repellenti specifici