Smarimento del cane: cosa fare?

Oggi trattiamo un argomento molto delicato, ovvero quello dello smarrimento del proprio cane. Quando Fido scappa o per qualsiasi altra ragione viene perso, il panico prende il sopravvento e si perde quella lucidità necessaria al suo tempestivo ritrovamento. Ecco allora qualche suggerimento utile da mettere in pratica nel caso in cui ci si trovi in questa spiacevole circostanza.

Le prime 5 cose da fare in caso di smarrimento del cane

1. MANTENERE LA CALMA
Agitarsi non serve a nulla, anzi peggiora la situazione. Fate un respiro profondo e focalizzate l’attenzione sugli istanti pria dell’accaduto.

2. RICORDARE OGNI DETTAGLIO
Avere chiara la situazione, l’orario, la data o le circostanze che hanno determinato lo smarrimento è di fondamentale importanza per incentrare le ricerche nel modo e luogo giusto.

3. ATTIVARSI NELLA RICERCA
Le attività di ricerca vanno ben organizzate, magari con l’aiuto di più persone. Mentre voi iniziate le ricerche “fisiche” in zona, chiedete ad amici e parenti di attivarsi su altri fronti, ad esempio:

– stampare una foto recente del cane e piazzarla nelle zone vicine (e non) l’accaduto,
– condividere su Facebook la foto del cane e chiedere ai gruppi di volontari di condividere e diffondere i dettagli    (razza, età, sesso, data smarrimento, luogo smarrimento).

4. FAR SENTIRE LA PROPRIA VOCE
Tra le cose da fare se si perde il cane è far sentire la propria voce! Già perchè a volte il cane è spaventato e ha bisogno della voce rassicurante del suo umano per ritrovare la via di casa.

5. LASCIARE QUALCUNO A CASA
Mentre le ricerche proseguono, è bene che qualcuno rimanga fisso a casa. Il cane potrebbe riuscire a trovare da solo la strada di casa.

Cosa fare se la ricerca non sortisce effetti…

Non sempre la calma e la buona gestione delle ricerche sono sufficienti al ritrovamento del cane. In questi casi è necessario intervenire con un “piano B” che si esplica nelle seguenti fasi:

1. DENUNCIA DI SMARRIMENTO DEL CANE
La denuncia avviene attraverso un documento scritto da consegnare alle autorità competenti. Può essere utile denunciare la scomparsa anche alle associazioni animaliste di zona e ai canili. Spesso chi ritrova un cane si rivolge a queste associazioni. Se il cane ha il microchip, la denuncia va fatta anche all’Asl di zona.

2. RICERCA APPROFONDITA
Le ricerche, inizialmente incentrate su associazioni e canili di zona, devono essere estese anche a cliniche e ambulatori del territorio circostante e in tratti di strade e/o autostrade che il cane ha potuto raggiungere dal luogo dello smarrimento.

Cosa fare se Fido torna finalmente a casa!

Se abbiamo finalmente ritrovato il nostro amatissimo amico a 4 zampe, dopo una meritata fase di gioia e festeggiamenti, dobbiamo assicurarci che Fido stia bene e fare qualche passo indietro:

1. PORTARE IL CANE DAL VETERINARIO
Il controllo servirà per verificare che non abbia contratto malattie o che non si sia ferito. I controlli di routine in questo caso prevedono: analisi del sangue, delle feci e delle urine. Sarà poi il veterinario a valutare la necessità di altri accertamenti come quelli radiografici ad esempio.

2. AVVISARE ENTI E ASSOCIAZIONI
È necessario recarsi presso le autorità competenti, gli enti e le associazioni in cui si è dato l’allarme e avvisare del ritrovamento.

3. RIMUOVERE GLI AVVISI
Se avete distribuito volantini o fatto girare la voce di smarrimento del cane su social e quotidiani locali, è opportuno segnalare il ritrovamento e ringraziare tutti per l’interessamento!